Sicurezza e legalità in Gallura, ovvero:

Costruiamo il bene comune

Il progetto intercomunale ‘Sicurezza e legalità in Gallura, prevenire attraverso il controllo e il reinserimento sociale’ rappresenta un bell’esempio di come sia concretamente possibile coniugare la dimensione della convivenza con il rispetto e la cura verso la singola persona, verso l’unicità del suo percorso individuale. La legalità è realizzabile solo dentro una società accogliente, aperta e unita da diritti e doveri condivisi. Essa diventa una parola vuota se il contesto sociale non premia i valori della responsabilità, se non sa dosare regole e inclusione, sanzioni e attenzioni. Una legalità infatti senza uguaglianza e senza che ogni cittadino sia dotato dei mezzi materiali e culturali per vivere, lavorare, sperare, si traduce in formule normative fredde.
I nostri cittadini, uomini e donne, che hanno percorso le tappe del progetto hanno espresso, con il loro impegno quotidiano, la loro voglia di riscatto. Questa volontà è sfociata in prestazioni e servizi utili alla comunità. Un valore positivo è diventato, giorno dopo giorno, una pratica di coerenza.
Le istituzioni hanno dato a queste persone un’occasione di sostegno, ma queste persone hanno dato alle istituzioni una prova tangibile di come un processo formativo possa tradursi in un rinnovamento del patto sociale che non lascia indietro nessuno. Tutti siamo chiamati a educarci alla legalità, vale a dire a costruire relazioni consapevoli, vissute con partecipazione.
La questione del buon esempio resta nella sua semplicità una questione essenziale. Non basta predicare la legalità, bisogna praticarla. Il comportamento di ognuno (e in modo particolare di coloro che rivestono un ruolo pubblico) può avere ricadute positive o negative sugli altri, può saldare o minare la convivenza. Per questo è importante moltiplicare le esperienze di confronto in modo che la cultura della legalità si radichi saldamente nelle coscienze e alimenti i circuiti democratici, preservandoci dalle derive dell’illegalità.

I Sindaci
Giuseppe Fasolino
Tonino Meloni
Giuseppe Porcheddu